Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
52 convegno cardiologia milano
Aggiornamenti in aritmologia
XagenaNewsletter

Scleroterapia delle vene varicose nei pazienti con trombofilia


Uno studio ha valutato le complicanze trombotiche successive alla scleroterapia nei pazienti trombofilici in combinazione con la tromboprofilassi, in due bracci randomizzati che hanno fatto uso di Eparina a basso peso molecolare o Warfarin ( Coumadin ).

Sono stati selezionati un totale di 105 pazienti ( 81 femmine, 24 maschi ), con età variante tra 20 e 82 anni ( età media: 50 anni ): 75 con mutazione del fattore V di Leiden, 18 con mutazione 20210A della protrombina, 7 con alti livelli del fattore VII, 5 con combinazioni di questi.

Dopo la randomizzazione, 51 di 54 pazienti hanno ricevuto, rispettivamente, Warfarin o Eparina a basso peso molecolare.

Un totale di 199 sessioni di scleroterapia sono state eseguite; la schiuma è stata usata in 160 trattamenti.

Nessun episodio di trombosi venosa profonda sintomatica o embolia polmonare si è presentata; nessun caso di trombosi venosa profonda è stato rilevato dal monitoraggio con ultrasuoni.

Lo studio ha indicato che nelle tre più comuni forme di trombofilia, la scleroterapia, in combinazione con la tromboprofilassi, può essere eseguita in modo sicuro. La profilassi con l’Eparina a basso peso molecolare è più facile da usare rispetto a quella con Warfarin. ( Xagena2009 )

Hamel-Desnos CM et al, Phlebology 2009; 24: 176-182


Cardio2009 Emo2009


Indietro