Aggiornamenti in aritmologia
52 convegno cardiologia milano
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Associazione Silvia Procopio

Revisione sistematica e meta-analisi della rivascolarizzazione endovascolare e chirurgica per pazienti con insufficienza venosa cronica delle estremità inferiori e vene varicose


La malattia venosa cronica degli arti inferiori è due volte più prevalente della cardiopatia coronarica, e nonostante l'uso crescente di terapie invasive per trattare la malattia venosa cronica degli arti inferiori, la loro efficacia comparativa è sconosciuta.

È stata condotta una revisione sistematica e una meta-analisi dei trattamenti per i pazienti sintomatici e asintomatici con varicosità degli arti inferiori e/o insufficienza venosa / incompetenza / reflusso cronico delle estremità inferiori.

Sono stati inclusi studi randomizzati controllati comparativi con più di 20 pazienti e studi osservazionali con più di 500 pazienti.
Sono stati inclusi i risultati a breve, medio e lungo termine di placebo, terapia di compressione meccanica e terapie invasive chirurgiche ed endovascolari.
Sono state eseguite valutazioni della qualità e valutazioni delle prove.

Sono stati identificati in totale 57 studi che hanno rappresentato 105.878 pazienti arruolati, tra cui 53 studi randomizzati comprendenti 10.034 pazienti.
Tra gli studi, 16 erano di buona qualità, 28 erano di qualità discreta e 9 di scarsa qualità.

L’eterogeneità nelle terapie, popolazioni e/o esiti ha impedito meta-analisi dei confronti tra diverse terapie endovascolari e tra intervento endovascolare e placebo / compressione.

La meta-analisi che ha valutato lo stripping venoso più la legatura ( legatura alta / stripping ) rispetto all'ablazione con radiofrequenza non ha rivelato differenze nel sanguinamento a breve termine ( odds ratio, OR=0.30; P=0.43 ) o recidiva da reflusso a 1-2 anni ( OR=0.76; P=0.44 ).

La meta-analisi che ha valutato la legatura alta / stripping rispetto all'ablazione con laser endovascolare non ha rivelato differenze nel punteggio sintomatologico a lungo termine ( OR=0.02; P=0.84 ) o nella qualità di vita a 2 anni ( OR=0.06; P=0.50 ).

In conclusione, la scarsità dei dati comparativi di alta qualità sull'efficacia e sulla sicurezza nella malattia venosa cronica degli arti inferiori è preoccupante, dato l'aumento generale delle procedure endovascolari.
Sono necessari ulteriori studi di alta qualità per determinare l'efficacia comparativa e guidare la pratica. ( Xagena2018 )

Vemulapalli S et al, Am Heart J 2018; 196: 131-143

Cardio2018 Chiru2018



Indietro