CardioPreventariab.it
American Heart Association
Associazione Silvia Procopio

Associazioni tra fattori di rischio cardiovascolari convenzionali e rischio di malattia arteriosa periferica negli uomini


Studi precedenti hanno esaminato le associazioni dei singoli fattori di rischio clinici con il rischio di malattia arteriosa periferica, ma gli effetti combinati di questi fattori di rischio sono in gran parte sconosciuti.

È stato stimato il grado con cui quattro fattori tradizionali di rischio cardiovascolare quali fumo, ipertensione, ipercolesterolemia e diabete mellito di tipo 2 sono associati con il rischio di malattia arteriosa periferica tra gli uomini.

È stato elaborato uno studio prospettico di 44.985 uomini negli Stati Uniti senza una storia di malattia cardiovascolare al basale nel 1986; i partecipanti allo studio HPFS ( Health Professionals Follow-up Study ) sono stati seguiti per 25 anni fino a gennaio 2011.
La presenza di fattori di rischio è stata aggiornata ogni due anni durante il follow-up.

La malattia arteriosa periferica clinicamente significativa è stata definita come amputazione degli arti o rivascolarizzazione, angiografia con ostruzione vascolare del 50% o superiore, indice caviglia-braccio inferiore a 0.90, o malattia arteriosa periferica diagnosticata dal medico.

Durante un follow-up medio di 24.2 anni, ci sono stati 537 casi di malattia arteriosa periferica incidente.
Ogni fattore di rischio è stato significativamente ed indipendentemente associato a un più alto rischio di malattia arteriosa periferica dopo aggiustamento per gli altri 3 fattori di rischio e per i fattori di confondimento.

I tassi di incidenza aggiustati per l'età sono stati 9 casi su 100.000 anni-persona ( n=19 casi incidenti ) per 0 fattori di rischio, 23 casi su 100.000 anni-persona ( n=99 casi incidenti ) per 1 fattore di rischio, 47 casi su 100.000 anni-persona ( n=176 casi incidenti ) per 2 fattori di rischio, 92 casi su 100.000 anni-persona ( n=180 casi incidenti ) per 3 fattori di rischio, e 186 casi su 100.000 anni-persona ( n=63 casi incidenti ) per 4 fattori di rischio.

L’hazard ratio multivariabile aggiustato per ogni fattore di rischio aggiuntivo è stato pari a 2.06.

Gli uomini senza i quattro fattori di rischio hanno avuto un hazard ratio di malattia arteriosa periferica di 0.23, rispetto a tutti gli altri uomini nella coorte.

Nel 96% dei casi di malattia arteriosa periferica, almeno uno dei 4 fattori di rischio era presente al momento della diagnosi.

Il rischio attribuibile alla popolazione associato a questi 4 fattori di rischio è stato del 75%.
L'incidenza assoluta di malattia arteriosa periferica tra gli uomini con tutti e quattro i fattori di rischio è stata di 3.5 per 1000 anni-persona.

In conclusione, tra gli uomini in questa coorte, fumo, ipertensione, ipercolesterolemia e diabete mellito di tipo 2 hanno determinato la maggior parte del rischio associato con lo sviluppo di malattia arteriosa periferica clinicamente significativa. ( Xagena2012 )

Joosten MM et al, JAMA 2012; 308: 1660-1667


Cardio2012 Endo2012 Emo2012



Indietro